EN 14065:2016

Tessili - Tessili trattati in lavanderie - Sistema di controllo della biocontaminazione

Motivazione

La pulizia sensoriale dei tessuti trattati è essenziale per l'industria per il settore delle lavanderie industriali e per i suoi clienti. I tessili trattati dovrebbero essere visibilmente puliti, privi di macchie e adeguatamente essiccati o stirati; dovrebbero anche essere piacevoli al tatto e fragranti o almeno privi di odori spiacevoli, ecc. Il controllo della biocontaminazione è importante, in molti settori, per esempio: sanitario, agro-alimentare, farmaceutico e dei dispositivi medic. Tuttavia, la biocontaminazione dei tessili trattati non è facilmente verificabile in lavanderia e può avere un impatto significativo su persone, prodotti, materiali e ambiente. Quando le lavanderie forniscono servizi tessili in tali casi, i tessili trattati dovrebbero essere idonei per l’utilizzo previsto.

Efficacia

Lo scopo della norma, EN 14065: 2016, è di fornire un sistema di gestione che possa garantire in modo efficace e coerente la fornitura di tessili trattati con una qualità microbiologica appropriata per l’utilizzo previsto. Indipendentemente dalle differenze tra lavanderie, processi o prodotti, tutti i prodotti tessili che ritornano alla lavanderia per il trattamento sono potenzialmente contaminati. L'obiettivo del ciclo di lavaggio è di raggiungere e mantenere la qualità microbiologica appropriata fino al punto della consegna sotto il controllo del cliente.

Gruppi target

Lavanderie industriali

Validità

3 anni - Nell'ambito dello sviluppo continuo, si tengono audit di mantenimento ogni anno e audit di ricertificazione dopo 3 anni.

Riconoscimento

Il certificato EN 14065 di SQS è riconosciuto a livello internazionale.

Combinazioni

Lo standard è perfettamente combinabile con ISO 9001 (gestione della qualità), ISO 14001 (gestione ambientale) e ISO 13485 (gestione della qualità dei produttori del settore medicale).

Silvio Genovese